TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Le ultime notizie.
Notiziario di Martedì 16 Maggio 2006

Apertura dedicata alla politica. Giornata agrigentina, quella di oggi, per la candidata dell'Unione alla presidenza della Regione, Rita Borsellino. Nel corso del suo mini tour, Borsellino è stata a Ravanusa, Racalmuto, Licata e in serata prima ad Agrigento e poi a Raffadali e Cammarata. Borsellino ha avuto incontri con esponenti politici e dell'imprenditoria, ma anche con semplici cittadini. Proprio a Racalmuto il nostro direttore Arturo Cantella ha registrato una puntata di Logos, il settimanale di approfondimento e di attualità, che potrete seguire questa sera subito dopo la prima edizione del telegiornale. Ma sulla visita in provincia di Rita Borsellino seguiamo il servizio. ------- E stamane Totò Cuffaro, presidente della regione uscente e candidato della Casa delle Libertà, ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa, il bilancio dei suoi 5 anni di attività a Palazzo dei Normanni. Cuffaro ha anche annunciato che, come nel 2001, sottoscriverà un contratto con i siciliani. Vediamo. "Mettere la Sicilia al di sopra dei partiti". Così il presidente uscente della regione Sicilia, Salvatore Cuffaro ha sintetizzato nella conferenza stampa di oggi il programma che intende proporre ai siciliani. La conferenza stampa stamattina davanti ai giornalisti, ai tanti supporter e agli esponenti di Fi e An per presentare il volume di novantacinque pagine su proposte e lavoro già svolto. "A fronte alta ho combattuto le aggressioni, i sospetti, le insinuazioni - ha detto il governatore della Sicilia". "Ho fatto della legalità e della lotta alla mafia uno dei maggiori impegni del mio governo - ha aggiunto - ". E a "liberare la Sicilia dalla mafia" Cuffaro ha dedicato un capitolo del programma con l'obiettivo di 'crescere ancora'. Tra i principali impegni spicca poi "la riforma dell'amministrazione", della formazione al lavoro della quale dovremo avviare - ha spiegato Cuffaro - una revisione che passi innanzitutto da una nuova legge su obbligo formativo e formazione continua". Nel programma c'è anche la politica fiscale con "lo snellimento e la semplificazione delle attività di riscossione"; poi "la creazione di un fondo regionale per l'occupazione che consenta al governo un pronto intervento per le aziende in crisi", e i temi della valorizzazione, risanamento e bonifica dell'ambiente. Cuffaro ha poi annunciato che presenterà in caso di vittoria "una specifica legge regionale che ordini tutte le competenze e gli interventi a favore delle popolazioni immigrate per farne sempre più un pilastro portante della nostra società e della nostra economia". Un programma, dunque, a tutto campo quello del governatore uscente, in cui figura anche il potenziamento dell'utilizzo dell'energia alternativa ed il completamento della rete isolana ad altissima tensione, della rete di distribuzione del gas metano e l'ambientalizzazione di tre centrali termoelettriche. Cuffaro ha poi annunciato di approssimarsi a firmare un altro contratto con i cittadini, come fece nel 2001 proprio dalla valle dei templi agrigentina, idea che piace anche al vicecoordinatore nazionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè. Se Cuffaro firmerà il nuovo contratto con i siciliani - ha spiegato Miccichè - noi lo sottoscriveremo convintamente. -------- E un giudizio negativo sul governo Cuffaro viene dall'altro candidato alla presidenza, Nello Musumeci, di Alleanza Siciliana, per il quale la Sicilia è tornata indietro di almeno 20 anni. La Regione, sostiene, non ha un modello di sviluppo. Manca del tutto, prosegue, l'elemento essenziale per la programmazione che è la pianificazione territoriale ed economica. Questa, continua Musumeci, è una Regione che non ha una legge urbanistica, che non si è dotata di un piano energetico, delle coste, idrogeologico, integrato per i trasporti e di protezione civile. Insomma siamo all'anno zero. Per Musumeci in questo momento la Regione è soltanto una macchina che produce assistenza e mantiene un apparato parassitario, tanto è vero, conclude, che dopo sessanta anni di autonomia la Sicilia continua ad essere l'ultima regione d'Italia per tasso di occupazione, per dotazione infrastrutturale, per prodotto interno lordo, per tasso di ricchezza e per qualità della vita. ------- Dovrà esser rimosso l'impianto di telefonia della H3G installato nel centro storico di Palma di Montechiaro. Lo ha stabilito una sentenza del TAR di Palermo che stamane ha respinto il ricorso presentato dai legali della società di telefonia contro il provvedimento di rimozione firmato dal sindaco Rosario Gallo, sulla base del regolamento comunale che vieta la presenza di impianti di telefonia nel centro storico cittadino. La società H3G non ha ottemperato al provvedimento, presentando ricorso al TAR che, come detto, ha dato ragione al Comune che si è costituito in giudizio rappresentato e difeso dall'avvocato Girolamo Rubino.
------ In arrivo una pioggia di milioni di euro per Porto Empedocle. E' l'effetto del riconoscimento dello stato di emergenza adottato dal governo nazionale su proposta dell'assessore regionale Michele Cimino, in riferimento al dissesto idrogeologico che ha colpito l'abitato di via Licoln e via Vincenzella. Il governo ha stanziato 5 milioni di euro per l'esecuzione di alcune opere che dovranno ridare stabilità al costene di via Vincenzella. Soddisfazione per il provvedimento esprimono sia l'assessore regionale Cimino che il commissario straordinario del comune, Antonio La Mattina. ------- Oggi è stato istituito il tavolo tecnico che assieme al governatore Cuffaro dovrà occuparsi della questione relativa al caro rifiuti. Il tavolo è composto dai capigruppo al consiglio comunale, sindacalisti, consulta diocesana e associazioni di consumatori. I consumatori hanno chiesto il blocco dell'invio delle bollette. Per Pippo Spataro del Movimento Difesa dei Cittadini occorre puntare anche a scovare i morosi e i potenziali contribuenti non iscritti nel registro degli utenti del servizio. E soddisfazione per il tavolo tecnico esprime il senatore della Margherita Benedetto Adragna che in tal senso aveva lanciato un appello nei giorni scorsi. Lo stesso Adragna plaude all'iniziativa di Giuseppe Arnone che si è battutto, con successo, per l'assunzione di 33 operatori ecologici tramite il collocamento. ------- E adesso due brevi di cronaca da Palma di Montechiaro. Un uomo di 33 anni è stato denunciato dai carabinieri per avere tentato di estorcere denaro alla propria nonna. L'uomo con telefonate intimidatorie avrebbe ripetutamente richiesto somme di denaro alla donna che, temendo per la propria incolumità, si è rivolta ai carabinieri. E un macellaio di 30 anni, sempre di Palma di Montechiaro, ha confessato di avere incendiato due auto ed il portone di un'abitazione nella notte fra sabato e domenica scorsi. L'obiettivo era la Fiat Uno di Rodolfo Cortese, ma il fuoco si sarebbe propagato ad un'altra auto, mentre il portone sarebbe stato invece incendiato per sviare le indagini. Il trentenne è stato denunciato per danneggiamento.
 
Notiziario testuale
del mese di Maggio 2006

 
Telegiornale Video
del mese di Maggio 2006
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0231 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO (ateicos@ateicos.com)
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.