TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Giudiziaria. Al via il processo Cap Anamur, al centro di un intrigo internazionale.
Notiziario di Mercoledì 10 Maggio 2006

Era il luglio del 2004, quando la motonave umanitaria Cap Anamur, sbarcò, malgrado il divieto imposto dalle autorità italiane, a Porto Empedocle. A bordo c'erano trentasette naufraghi, profughi sudanesi, giunti come detto a Porto Empedocle, dopo un peregrinare nelle acque del Mediterraneo, per il diniego delle autorità maltesi di far attraccare nel proprio porto la nave. All'arrivo però nella nostra terra, come sicuramente si ricorderà, scoppiò un caso internazionale culminato nell'arresto dei responsabili della Cap Anamur, Elias Bierdel, Vladimir Dachkevitce e Stefan Schmitd, imputati del reato di violazione della legge Bossi Fini mediante trasporto ed introduzione di clandestini in Italia. Così, a distanza di due anni, si è aperto il dibattimento a carico dei tre imputati sulla vicenda. Il primo ad essere sentito dal giudice Luisa Turco, è stato Elias Bierdel, proprietario dell'organizzazione umanitaria, che ha chiarito le varie fasi del soccorso ai trentasette naufraghi, decidendo di portarli sulla terraferma italiana, conformemente alle convenzioni internazionali in materia. Bierdel ha spiegato le motivazioni che lo hanno indotto ad optare per questa soluzione, riconducibili al fatto che i profughi appartenevano a paesi dell'Africa straziati dalla guerra civile, e nella stessa Malta molto spesso i diritti umani non sono rispettati come dovrebbe essere. Elias Bierdel è difeso dall'avvocato Giuseppe Arnone, e da Michael Hoffmann, del foro di Monaco Di Baviera. Un interrogatorio conclusosi con la decisione del Pm d'udienza Luca Fuzio, di rinviare il processo per una verifica degli atti alla luce dei preziosi chiarimenti forniti da Bierdel al prossimo quattro luglio. Il mio assistito, ha commentato Giuseppe Arnone, in due ore di interrogatorio ha risposto a tutte le domande, fornendo ogni possibile chiarimento in merito alle motivazioni umanitarie che lo hanno indotto a prendere determinate decisioni. Lo stesso Arnone, ha poi commentato, ritenendo questo processo come il frutto del clima allarmistico ed a fini di propaganda, creato dal governo di Centro Destra. Un comportamento assurdo, contro un organizzazione umanitaria, che merita soltanto la medaglia d'oro al valor civile, per i gesti e le idee di pace che porta avanti con forza. Bene ha fatto il Pm Fuzio, ha concluso Arnone, a voler rinviare il processo per approfondire e riflettere sulle parole e le illustrazioni di Bierdel.
 
Notiziario di Mercoledì 10 Maggio 2006
Notiziario testuale
del mese di Maggio 2006

 
Telegiornale Video
del mese di Maggio 2006
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0279 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.