TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Le ultime notizie.
Notiziario di Martedì 9 Maggio 2006

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un'inchiesta per accertare le cause della morte di una giovane donna di Montallegro, avvenuta questo pomeriggio al reparto di Rianimazione dell'ospedale S. Giovanni di Dio. La donna ieri si era sottoposta ad un intervento per la rimozione di una cisti ad un braccio, ma poco dopo l'anestesia è entrata in coma e i medici ne hanno disposto il trasferimento in elisoccorso ad Agrigento. Oggi la morte. Disperati i familiari. Il servizio. Morire a 35 anni per una semplice cisti ad un braccio. Sembra incredibile ma è quanto avvenuto oggi ad una giovane donna, Stefana Di Mora, originaria di Montallegro e residente da tre anni a Milano assieme alla famiglia per i soliti motivi lavorativi che costringono tanti siciliani a cercare lavoro fuori dalla propria terra. Appena un mese fa la famiglia al completo, lei, il marito, Calogero Augello e una bambino di appena un anno, si erano decisi a ritornare in Sicilia con la speranza di trovare un'occupazione qui. Poi la giovane donna decide di farsi operare una fastidiosa cisti ad un braccio. Ricoveratasi all'ospedale di Ribera le viene praticata la puntura dell'anestesia che le provoca una violenta reazione allergica che la riduce in fin di vita. Trasferita d'urgenza con l'elisoccorso al reparto di Rianimazione del San Giovanni di Dio di Agrigento, le vengono praticati i primi interventi di rianimazione ma alle 14 di questo pomeriggio il suo cuore non ha retto. Una storia che fa riflettere e a causa della quale la famiglia non trova pace chiedendosi il "perché" dell'accaduto e rivendicando la verità su quello che di tremendo si è abbattuto su di loro. Domani, su richiesta della Procura che ha aperto un'inchiesta, verrà effettuata l'autopsia sul cadavere della donna. Solo allora si saprà come sono andati realmente i fatti e si stabilirà con certezza il motivo del decesso. Ciò non restituirà di certo Stefana Di Mora ai suoi cari ma almeno farà luce su eventuali inadempienze e sulla dinamica della morte. Intanto rimane tanta amarezza e soprattutto ci si chiede: si può morire ancora oggi per un motivo così banale? ------ Un'imbarcazione con 32 clandestini a bordo è stata raggiunta da due motovedette della Guardia Costiera a 100 metri dalla costa di Lampedusa. Gli immigrati sono stati scortati a terra. Sono in corso le procedure di identificazione. A segnalare la barca alla Capitaneria è stato un peschereccio italiano. ----- Nuovo furto all'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata dove i ladri nella notte dopo essersi introdotti nei locali della Tac al piano terra, hanno rubato quattro monitor. Le apparecchiature erano state da poco installate dopo un precedente e analogo furto che si era verificato il 15 aprile scorso. I ladri hanno anche tentato questa volta senza successo di entrare nel reparto di Radiologia. Una porta è stata però scardinata. L'ospedale di Licata non è dotato di un servizio di vigilanza notturna. I carabinieri hannno avviato le indagini per risalire ai responsabili del furto.
------ Prima l'elezione dei nuovi revisori dei conti e successivamente la discussione sul bilancio 2006. Il presidente del consiglio provinciale di Agrigento, Pietro Luparello, torna sui suoi passi e detta tempi e modi per superare l'impasse causato dalla recente decisione del Cga che accogliendo un ricorso presentato dall'opposizione ha annullato la delibera con la quale nei mesi scorsi sono stati eletti i revisori dei conti. Alcuni consiglieri provinciali dell'Unione avevano deciso di rivolgersi alla magistratura per diffidare la Provincia ad approvare il bilancio di previsione. Luparello ha incontrato i tre componenti del Collegio dei revisori dei conti, ai quali ha annunciato la sospensione dalla carica. A questo punto si andrà a votare nuovamente per l'elezione dei revisori. L'aula è convocata per stasera, con all'ordine del giorno anche l'approvazione del piano triennale delle opere pubbliche. ------- Il mare di Menfi anche per il 2006 conquista la bandiera blu della Fondazione per l'educazione ambientale, il premio annuale che riconosce la qualità ambientale delle località balneari. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con i Consorzi obbligatori per la raccolta delle batterie e degli olii esausti. Un prestigioso risultato per Menfi che dunque si conferma tra i comuni dove maggiore è la sensibilità per la difesa dell'ambiente. E a proposito, oggi si registra la presa di posizione di Legambiente per la situazione di degrado in cui versa Agrigento, a causa della presenza di rifiuti. In una nota Claudia Casa fa appello al prefetto perchè convochi un incontro tra Comune e Ato rifiuti per affrontare l'emergenza. E Sergio Brucato, del Movimento Azzurro, denuncia l'indiscriminato intervento sul verde pubblico a Monserrato. Operai armati di sega elettrica che, conclude, stanno devastando la zona. ------ Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Palermo, riunitosi nel pomeriggio sotto la presidenza del prefetto Giosue' Marino, ha deciso di assegnare una scorta a Rita Borsellino, candidata dell'Unione alla presidenza della Regione. Secondo quanto si apprende, nel novembre scorso il comitato elettorale di Rita Borsellino aveva chiesto alla prefettura l'assegnazione di una tutela per gli spostamenti della sorella del giudice ucciso nella strage di via D'Amelio durante la campagna per le regionali del 28 maggio prossimo. Nel marzo scorso, dall'entourage della candidata era venuta un'ulteriore richiesta. --------- La corte dei Conti ha dato parere negativo al contratto di lavoro del comparto delle Agenzie fiscali relative al biennivo 2004-2005, rinnovato dopo ben 28 mesi dalla scadenza. Ancora una volta, sostiene il sindacalista della Cgil, Giuseppe Argento, i lavoratori delle agenzie, a fronte del quotidiano impegno nella lotta all'evasione fiscale, vengono mortificati nella loro dignità e professionalità. Il sindacalista preannuncia una serie di iniziative di lotta da parte dei lavoratori della provincia di Agrigento. ----- Si è costituito ai carabinieri Diego Gennaro, il pescivendolo di 43 anni di Palerno che questa mattina ha sparato alla moglie, Giovanna Cricchio, 39 anni, ora ricoverata nella Rianimazione dell'ospedale Civico in gravissime condizioni. L'uomo, che viveva separato dalla vittima, l'ha aggredita all'interno dell'abitazione colpendola con 3 colpi di pistola - l'arma è risultata rubata - al cuore ed all'addome. In casa c'era la figlia 13enne che dormiva. Da mesi i due avevano violente liti. ------- Ultimo appuntamento, domani, a partire dalle 17, presso la Biblioteca Museo "Luigi Pirandello" di Agrigento, con il cantiere culturale "Madre Lingua" curato dall'Associazione "Nino Martoglio" di Grotte, diretta da Aristotele Cuffaro. Argomento dell'incontro la letteratura siciliana del secondo Novecento. La relazione sarà affidata allo studioso ed appassionato di tradizioni popolari, Salvatore Di Marco di Palermo. Il pomeriggio sarà allietato da alcuni intermezzi musicali animati dal gruppo "Chiaramonte". Presenti, tra gli altri, l'assessore provinciale alla Cultura, Santino Lo Presti, il direttore della Biblioteca Museo, Calogero Carbone e il presidente della Casa editrice di Favara MEDINOVA, Antionio Liotta. ------ Si svolgeranno domani, alle ore 16 al cimitero di Favara, i funerali di Salvatore Zammuto, 59 anni, deceduto la scorsa notte dopo una breve malattia. Sposato e padre di due figli, Zammuto era stato fino al 2000 direttore dell'Ufficio Provinciale del Lavoro di Agrigento, incarico che aveva successivamente lasciato per dirigere l'Ufficio provinciale del Lavoro di Caltanissetta. Profondo conoscitore del tessuto produttivo agrigentino, per diverso tempo è stato ospite fisso nella nostra trasmissione condotta da Giovanni Trupiano, "Obiettivo Lavoro" e proprio le sue specifiche competenze in ordine alle problematiche del mondo del lavoro, nel 2001 era stato chiamato a capo dell'Ufficio di Gabinetto dell'allora Assessore Regionale al Lavoro, Benedetto Adragna.
Negli ultimi tempi all'Assessorato Regionale al Lavoro di Palermo, Zammuto, era dirigente responsabile dell'Area Interdipartimentale per i Servizi per l’Impiego, la Formazione Professionale e le Politiche Attive del Lavoro.
Alla famiglia, le condoglianze della nostra emittente, con gli editori, i giornalisti e i tecnici.
 
Notiziario testuale
del mese di Maggio 2006

 
Telegiornale Video
del mese di Maggio 2006
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0197 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO (ateicos@ateicos.com)
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.