TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

E' morto a 95 anni Salvatore Di Benedetto, partigiano, deputato comunista e per 30 anni sindaco di Raffadali. Il ricordo di quanti l'hanno conosciuto.
Notiziario di Martedì 2 Maggio 2006

Numerosi gli avvenimenti accaduti in questa pausa festiva di domenica e lunedì. Su tutti la morte a Raffadali, all'eta di 95, dell'ex deputato e senatore comunista Salvatore Di Benedetto, uno degli ultimi combattenti della Resistenza. La morte è avvenuta nella giornata di domenica e ieri, nella biblioteca comunale di Raffadali, è stata allestita la camera ardente anche oggi pellegrinaggio di numerosi cittadini ed esponenti politici e sindacali. Alle 17,30 la salma di Di Benedetto verrà accompagnata al cimitero del paese. Una grave perdita per la politica ma anche per la cultura agrigentina. C'è un servizio.
Ha scelto di morire il primo maggio, una festa che, assieme al 25 aprile, era nel suo DNA. Se n'è andato Salvatore Di Benedetto, il partigiano Alessandro, il sindaco di Raffadali, il senatore comunista. Per tutti, amici e avversari, un autentico signore. 94 anni vissuti in maniera intensa, sempre in trincea, a difesa di valori quali la Libertà, la Giustizia, la Solidarietà. Figlio di una famiglia facoltosa di Raffadali, a 18 anni sceglie la strada dell'antifascismo. Il regime lo manda al confino, in Africa, a spaccare pietre. Rientrato in Italia partecipa alla lotta di Liberazione. Nel 43 viene ferito da un ordigno, nei pressi di Roma. Il suo volto è sfigurato. Lo riconosce, all'ospedale militare, Vittoria Giunti, partigiana, che poi diventerà la sua compagna nella vita. Il 25 aprile del 45 è a Milano a festeggiare la Liberazione dal nazi - fascismo. L'anno dopo rientra a Raffadali, dal 54 all'87 è sindaco comunista del paese e per alcune legislature senatore della Repubblica. Punto di riferimento per generazioni di politici e di amministratori locali. Gli ultimi anni sono quelli della meditazione, della scrittura, della testimonianza. Sempre in prima fila nelle manifestazioni del 25 aprile e del primo maggio. Toccanti e profondi i suoi interventi, i suoi discorsi ai giovani, molti dei quali sono cresciuti all'ombra dei suoi insegnamenti. E ieri primo maggio, in occasione della tradizionale sfilata per la festa del Lavoro, la sua Raffadali ha voluto ricordarlo con un intenso e partecipato applauso davanti alla biblioteca comunale, al canto di Bandiera Rossa. Commossa la moglie Vittoria Giunta, un giusto omaggio di tutta la Raffadali ad uno dei suoi figli più illustri, come dichiara il sindaco.
E condoglianze alla famigliae al partito dei DS esprime il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara, per la perdita, scrive, di un storico dirigente che ha contribuito a fare l'Italia libera. E come detto questa mattina la camera ardente, allestita nella sala della biblioteca comunale, è stata meta di numerosi cittadini ed esponenti politici e sindacali di Raffadali e dell'intera provincia. Seguiamo anche una riflessione dell'operatore culturale, Enzo Alessi, amico di vecchia data dello stesso Di Benedetto.
 
Notiziario testuale
del mese di Maggio 2006

 
Telegiornale Video
del mese di Maggio 2006
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0297 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.