TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Prescrizione. Sentenza al processo Scifo.
Notiziario di Martedì 25 Febbraio 2003

Sentenza di non doversi procedere per sopravvenuta prescrizione è stata emessa ieri dai giudici della seconda sezione della Corte d’appello di Palermo nei confronti dell’ex sindaco di Agrigento, Angelo Scifo, accusato di abusivismo edilizio e di lottizzazione di un’area sottoposta a vincolo paesaggistico. L’area in questione è quella di Montegrande, nei pressi di Palma di Montechiaro. In primo grado l’ex sindaco era stato assolto perché il fatto non sussiste. E soddisfazione per la sentenza esprime oggi la Legambiente, parte civile al processo, per la quale i giudici, cancellando l’assoluzione di Scifo e decidendo per la prescrizione, alla quale si è pervenuti perché il processo di primo grado è durato tre anni, riconoscono le responsabilità per gli sbancamenti e le devastazioni effettuate sul territorio di Montegrande. Adesso, conclude Legambiente, chiederemo i danni in sede civile.
 
Notiziario testuale
del mese di Febbraio 2003

 
Telegiornale Video
del mese di Febbraio 2003
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0231 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.