TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv
Palermo. La DDA ricorre contro il proscioglimento di Cuffaro.
Notiziario di Venerdì 17 Dicembre 2004

La procura della Repubblica di Palermo ha presentato appello nei confronti della sentenza del gup Bruno Fasciana che il 2 novembre scorso ha dichiarato il non luogo a procedere nei confronti del presidente della Regione, Salvatore Cuffaro, per la rivelazione di segreto d'ufficio. Il provvedimento era stato emesso contestualmente al rinvio a giudizio del governatore per favoreggiamento di Cosa nostra. Cuffaro, secondo gli inquirenti, avrebbe rivelato notizie ricevute dal maresciallo dei carabinieri e deputato regionale Antonio Borzacchelli, che dovevano restare segrete, e che riguardavano le indagini sull'imprenditore Michele Aiello, arrestato lo scorso dicembre per associazione mafiosa. Secondo i pm, Borzacchelli, nonostante fosse in aspettativa dall'Arma, perchè eletto deputato regionale, era pur sempre un pubblico ufficiale e Cuffaro lo avrebbe istigato per avere notizie sulle indagini che sono poi sfociate nell'inchiesta sulle talpe alla DDA.
 
Notiziario testuale
del mese di Dicembre 2004

 
Telegiornale Video
del mese di Dicembre 2004
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 28
  • 29
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0783 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO (ateicos@ateicos.com)
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.