TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Omicidio Di Matteo. Foma fa sciopero della fame.
Notiziario di Martedì 23 Settembre 2003

Antonino Foma, l'agricoltore di San Giusppe Jato condannato a 20 anni di carcere per il sequestro e l'uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo, 11 anni, figlio del collaboratore Santino, da 15 giorni fa lo sciopero della fame sostenendo di essere innocente. Foma, che accusato di essere stato complice di Enzo e Giovanni Brusca nell'uccisione del bambino ricoprendo il ruolo di vivandiere dell'ostaggio punta ad ottenere la revisione del processo, ha inviato una lettera al quotidiano La Repubblica, in cui dice di volere digiunare ''fino alle estreme conseguenze''. L'appezzamento di terreno di Foma confina con quello della villa in cui era imprigionato il bambino. ''Credevo che il proprietario della villa, scrive Foma, tenesse un latitante, e dopo tre giorni mi rifiutai di continuare a portare il cibo''. Il legale dell'agricoltore mira adesso all'apertura di una indagine difensiva, che prevede anche l'interrogatorio di Enzo Brusca.
 
Notiziario testuale
del mese di Settembre 2003

 
Telegiornale Video
del mese di Settembre 2003
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0265 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.