TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv

Garda i video aggiornati su YouTube

Segui TVA su Facebook

Rinviati a giudizio fratelli Cammarata
Notiziario di Mercoledì 20 Gennaio 1999

Sono stati rinviati a giudizio per il 4 aprile prossimo i fratelli Pino, Vincenzo e Francesco Cammarata, rispettivamente di 45, 40 e 37 anni, tutti per associazione mafiosa. I primi due sono ritenuti i reggenti del mandamento di Riesi, Butera, Delia e Niscemi, mentre l'ultimo, Francesco, responsabile della cosca durante la latitanza dei fratelli, durata sette anni.I fratelli Cammarata furono arrestati dai Carabinieri di Caltanissetta nell'ambito di un'operazione scattata il 4 luglio scorso, coordinata dal sostituto procuratore Salvatore Leopardi. Ultimo a cadere nelle mani delle forze dell'ordine fu Pino, arrestato il 4 dicembre scorso ed inserito tra i 30 latitanti più pericolosi d'Italia, destinatario di otto ordinanze di custodia.I tre sono considerati fedelissimi del boss nisseno Giuseppe Madonia, ma recentemente avrebbero stretto legami con i corleonesi di Vito Vitale e Leoluca Bagarella.
 
Notiziario testuale
del mese di Gennaio 1999

 
Telegiornale Video
del mese di Gennaio 1999
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0243 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.