TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv
Falcone. Ricordata strage di Capaci.
Notiziario di Lunedì 24 Maggio 2004

Nel giorno in cui il centro destra lo ha ricordato a Capaci e il centro sinistra davanti l'aula bunker dell'Ucciardone, a distanza di 12 anni dal sacrificio di Giovanni Falcone, due voci si alzano forti per fare il punto sulla lotta alla mafia: quella della giustizia e quella della chiesa. Davanti l'albero Falcone il procuratore di Palermo Pietro Grasso ha invocato una rivolta morale ''contro le pecore che baciano le mani che le bastonano, contro gli ideali d'accatto, contro l'affarismo equivoco, la falsita' e la calunnia urlate come verita', contro chi sperpera per i propri interessi il denaro pubblico''. Dal pulpito della chiesa di San Francesco di Sales don Carmelo Torcivia, il sacerdote che ha officiato la messa solenne in memoria di Falcone 'ucciso da Cosa nostra per avere fatto il suo dovere'' ha parlato della necessita' di coniugare giustizia e riconciliazione. ''Non so come - ha detto don Torcivia - la strada e' lunga e difficile. C' e' stato troppo sangue, troppi morti. C' e' ancora tanto dolore e tanta rabbia ma e' venuto il momento di parlare dell' importanza della dimensione del perdono''. Parole forti in un giorno di ricordo, soprattutto quelle di Grasso che ha compiuto una vera e propria requisitoria contro la politica delle 'frequentazioni indecenti' e la societa' civile sorda e muta che la esprime. ''Dalle indagini condotte a Palermo ma anche a Trapani e Agrigento e' emerso che le istituzioni sono ancora esposte al pericolo delle infiltrazioni mafiose - ha detto Grasso - la politica ha spesso mostrato incertezze quando non ha mostrato il volto dell'omerta' o di frequentazioni indecenti''. Grasso ha poi invitato i cittadini ad ''un impegno etico che vada oltre l'impegno commemorativo''. ''Non abbassiamo la soglia della legalita' in una terra in cui l'unica lingua parlata e' il silenzio - ha detto il capo della Procura - urliamo i nostri diritti''. Dodici anni dopo a Palermo due manifestazioni separate ricordano il sacrificio di Giovanni Falcone, ucciso con la moglie e tre agenti della scorta da 600 chili di tritolo piazzati il 23 maggio del 1992 sotto un cunicolo dell'autostrada Punta Raisi-Palermo. E per sostituire il guard rail segnato da vernice rosso sangue i ministri La Loggia e Lunardi e il Presidente del Senato Marcello Pera, presenti il vice-capo della polizia Luigi De Sena e i senatori Carlo Vizzini e Giuseppe Ayala, hanno inaugurato due steli, alte venti metri e situate ai due lati della carreggiata. Presenti Anna e Maria Falcone, sorelle del magistrato, Alfredo Morvillo, procuratore aggiunto a Palermo e fratello di Francesca, moglie di Giovanni Falcone e uccisa anche lei nella strage, e i genitori di Vito Schifani, uno dei tre agenti di scorta, che sostengono di essere stati
 
Notiziario testuale
del mese di Maggio 2004

 
Telegiornale Video
del mese di Maggio 2004
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0747 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO (ateicos@ateicos.com)
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.