TeleVideoAgrigento, la televisione di Agrigento e della Valle dei templi.
Collegamenti veloci:
salta al contenuto |
salta al menù |
1 Home Page |
2 Mappa del sito |
3 Aiuto
 Tele Video Agrigento
televideo Agrigento

 Akragas punto com
www.akragas.com

Il nuovo sito internet di TeleVideo Agrigento è
www.televideoagrigento.tv
Scioperi. Banche chiuse anche ad Agrigento.
Notiziario di Lunedì 4 Ottobre 2004

Banche chiuse, oggi, anche ad Agrigento, per lo sciopero a livello nazionale, dei bancari che protestano per il mancato rinnovo del contratto di lavoro. Soddisfazione per la riuscita della protesta in Sicilia esprimono i dirigenti della FABI, per i quali solo pochi sportelli sono rimasti aperti. Carmelo Raffa, dirigente nazionale del sindacato, parla di una media di astensione dal lavoro, in Sicilia, di poco inferiore a quella nazionale che si è attestata intorno all’85 per cento. Speriamo che l'Abi, prosegue Raffa, riapra le trattative fin da subito ed in termini propositivi e di apertura reale alle richieste dei lavoratori. Secondo la Fabi nella trattativa per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro dei Bancari dovrà essere affrontato in modo concreto il tema della trasparenza per evitare per il futuro che si verifichino episodi tipo Cirio, Parmalat e Argentina che provochino danni economici alla clientela e grave nocumento all'immagine dei bancari e dei banchieri.
 
Notiziario testuale
del mese di Ottobre 2004

 
Telegiornale Video
del mese di Ottobre 2004
  • Dom
  • Lun
  • Mar
  • Mer
  • Gio
  • Ven
  • Sab
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

 

Cerca con Google
 Google


 

Tempo di esecuzione della pagina: 0.0274 secondi
webmaster: Salvatore PECORARO (ateicos@ateicos.com)
© 2005 Grafica e Layout sono proprietà della Pipeline Studios. I contenuti sono proprietà di Tele Video Agrigento
La copia non autorizzata verrà perseguita secondo le leggi vigenti sul diritto della proprietà intellettuale.